lunedì 27 ottobre 2014

Roma mi ucciderà....

Roma mi ucciderà, non scherzo, ne sono sicura. 
Il peggio è che a nessuno importa una beata fava 
Non posso dire che la odio poichè mi sembra di buttare lì un'eresia 
degna di punizione,
un'eresia contro la città eterna, non sia mai!
Ma quel groppone che sento nello stomaco 
quando sono in mezzo a questo stramaledettissimo traffico 
ditemi... cos'è? 


Tutti i giorni prendo e porto a
casa una caterva di insulti che non avevo mai sentito
alcuni me li devo pure far tradurre,
nemmeno capisco che sono insulti. 
Ma un bel "VACCE TE",
lì per lì 
ce l'ho buttato anch'io. 

Nessuno gradisce la mia direzione di marcia, tutti a domandare:  
"MA N'DO VAIIII".

"MA CHE STAI A FA, VOI ATTRAVERSA' O VOI MORI'" 
ma che t'emporta, lasciame vive....

L'ho appurato: sono l'unica che rispetta il codice della strada,
mi viene da piangere!

Non voglio ripetere quello che ho già espresso in 
Leggetelo, per favore,  per capirmi meglio.

Ero davvero convinta che sarebbe stata solo una questione di abitudine e di adattamento... 
Non è così!
Non può essere così!
Non potrà mai esserlo!

Mi rifiuto di adeguarmi...
all'imbecille che mi prende a pugni la capotte dell'auto solo perchè ho parcheggiato dove voleva parcheggiare lui. 
Tranquilli, non ho reagito, ho bisbigliato un timidissimo ed impaurito
"mi scusi, me ne vado" 
e son sparita all'istante. 
Non potevo nulla contro l'energumeno...
Mi rifiuto di adeguarmi 
all'imbecille che inchioda l'auto davanti a me 
in una stradina dove le auto sono parcheggiate in orizzontale, verticale e per traverso, seconda/tripla/quarta fila,
dove non c'è spazio neppure per il passaggio di un monopattino,
mette le quattro frecce ed entra in farmacia a fare i propri comodi.
Emergenza? Macchè!
lasciando tutti in attesa per i prossimi 15 minuti.
E' in questo contesto che iniziano i concerti
stravomitevoli dei clacson.
Io dico che i veri romani nascono già con il clacson incorporato
con i più svariati suoni e rumori.
Pazzia pura! No, non è vero, io sono pazza non loro...
Santo cielo... ma a me non verrebbe proprio in mente di parcheggiare in piena circolazione bloccando il traffico...
Voglio vedere con che coraggio e con che faccia esce dalla farmacia
(penso io)
l'imbecille non è di tante parole gli basta un
EMBE'...???
Calma che deve de salì sennò se rompe...
e tranquillamente se ne va a fare altre imbecillate ('sta parola non esiste, l'ho inventata io...embè?) 

Mi accingo a parlare dei clacson? Un'altra volta ora sono stordita...
Delle motociclette? Non ho spazio nel mio cervello per il momento, un'altra volta vi informerò.

Incubi e brividi,
a questo son ridotta. 

Grazie Roma!
******************
Farò tesoro di questa citazione

Sarà ma preferirei 'comprendermi' nel silenzio...

32 commenti:

  1. Eh, mamma mia Carlita... a me stresserebbe tantssimo una vita così... ti capisco!! :o

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stresso anch'io ma... tengo duro e vincerò!
      Ciao Moz

      Elimina
  2. Carla, che vita! Tu che sei abituata ai nostri boschi e alle nostre montagne...dove se esci di casa in certe ore del giorno non incontri nemmeno un gatto...Dai coraggio, dicono che ci si abitua a tutto( anche se credo che a tanta maleducazione non ci si possa mai abituare )!
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi abituerò alla città ma, come dici ben tu, non mi abituerò mai all'arroganza. Cercherò di evitare le situazioni che portano a tanto.
      Staremo a vedere
      Ciao carissima Antonella

      Elimina
  3. Cara Carla, ti capisco, e mi rincresce tanto, ma anche devo dire che non si può far nulla!!!
    Sono due le cose da fare! o accetti tutto stringendo i denti, oppure che un'altra soluzione, quella da cambiare luogo, con il rischio che non sai come sia e rischi che sia peggio.
    Rifletti cara amica e ti abbraccio fortemente .
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso, purtroppo nessuno può fare nulla per questa città, ahimè Roma non la cambierò di certo io. Noto che anche i romani stessi sono fortemente stressati ed insofferenti per la situazione. Io dico che basterebbe rispettare il codice stradale come facciamo nel mio paesello in Piemonte, dove c'è sempre una guardia municipale che fa del suo meglio per assicurare l'ordine. Non credo che dal Piemonte a qui il codice stradale è diverso....
      Stringo sicuramente i denti e non mi farò sopraffare fino al giorno che tornerò al mio paesello lassù sui monti con Antonella. Ciao caro Tomaso.

      Elimina
  4. Mi è venuto il nervoso solo a leggere! Capita anche nella più "tranquilla" Torino, ma devo ammettere che non siamo mai arrivati a questi livelli, anche perché io faccio un lavoro che mi permette di prendere la macchina quando le strade sono abbastanza libere.
    Comunque la cafonaggine dilaga, non è solo a Roma purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho dubbi che in ogni città grande capiti questo, io credevo di aver superato il limite guidando per le strade delle città del CentroAmerica, invece ho toccato il fondo (come si suol dire) qui a Roma. Mi hanno detto che Napoli è peggio! Non ci posso credere.
      Ciao Ciccola, a presto!

      Elimina
  5. Ahiahiahi, come ti capisco! Ma ci devi stare per tanto tempo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di tornare in Nica e credo fino al prossimo anno. Qui ho anche mio figlio ma non vive il centro come lo vivo io. Roma comunque è bellissima, non credo ci sia altra città che possa uguagliare ed anche i romani sono unici, la nota stonatissima di questa città e proprio il traffico folle ed è un vero peccato. Questa città potrebbe offrire molto di più ed essere una vera e propria eccellenza sotto tutti i punti di vista. Ma pare che questo non importi a chi di dovere-
      Ciao Silvia

      Elimina
  6. Sono bastati pochi momenti di guida a Roma e Napoli per capire che non rispetta nessuno le regole.. e soprattutto ci sono degli incroci assurdi... Non ce la farei,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli incroci non sono solo assurdi, sono proprio assassini. E' tutto in mano alla fortuna
      Ciao Dany e piacere di averti qui
      A presto!

      Elimina
  7. Anch'io pensavo a Napoli mentre raccontavi; poi mi sono ricordato di Bari, di Salerno, di Catanzaro... di tutti paesini lungo la costa nel periodo estivo, quando colà converge il "meglio" dell'inciviltà, non solo stradale ma proprio di vita in comunanza con persone abituate a una vita nel piccolo, abbastanza ordinata nella circolazione e nei parcheggi, difficilmente caciarona, raramente prepotente.
    Come dire: tutto il (nostro) mondo era paese, divenendo città o, peggio, metropoli, ha dimenticato il piacere di una vita serena e rilassata.
    Altra nota, sulla bellezza di Roma: tutte le città sono belle, peccato che gli indigeni le rendano invivibili. E anche il tener duro, come fai tu, non porterà a un miglioramento della situazione. Si può tener duro soffocando il dolore di un mal di denti, con la certezza che prima o poi un dentista o un maniscalco metteranno fine alla sofferenza. Ma nel caso di specie non ci sono speranze.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi... non c'è speranza di redimere questa città. Proprio nessuna speranza. So che me ne farò una ragione, cercherò di arromanarmi anch'io. Attento Piemonte quando ritorno...
      Io ho sempre vissuto in un piccolo paese di montagna dove i milanesi si comprano la casa per le vacanze e per arrivarci devono percorrere strade piene di curve ed in salita, quindi la loro andatura è molto lenta e indecisa ed in curva, si sa, non si può sorpassare. A nessuno però viene in mente di strombazzare il clacson all'infinito per far aumentare l'andatura. Scoccia un po' ma finisce lì. Ora non pretendo che Roma sia così lenta, non potrebbe mai esserlo, solo un po' più educata, meno mortificante.
      Ma il vigile urbano dov'è? Perchè una strada a 3 corsie deve ridursi ad 1 per i parcheggi in doppia e tripla fila? Perchè non affibbiano multe come se piovesse? Perchè quando scendono dall'auto dalla parte del guidatore non stanno attenti al sopraggiunge di un altro veicolo e spalancano la portiera ed anche in modo spavaldo? Questo gesto crea una turbativa alla circolazione pericolosissima.
      Ho mille altre domande senza risposta ma mi fermo qui, è meglio!
      Ciao gattonero!

      Elimina
  8. Io a Roma ci sono stata solo una volta e come turista, ma credo che qui a Milano abbiamo lo stesso problema :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho guidato anche a Milano e, credimi, pur essendo molto caotica e stressante non è Roma.
      Persino il traffico di NY è piàù ordinato del traffico di Roma, dal mio punto di vista naturalmente.
      Ciao simpaticissima Lila.

      Elimina
  9. Mi dispiace Carla. Io sono una romana che porta a casa insulti come te. M fermo, do la precedenza, rispetto le strisce e il limite di velocità, ma mando giù parecchi rospi. Non abbatterti ci sono più romani per bene di quel che credi, ma si notano poco per colpa di gesti maleducati dei più... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tutti i giorni torno con la mia bella sporta piena di insulti e la testa frastornata dai clacson.
      Ho conosciuto tantissimi romani per bene e dopo tutto questo devo dire che Roma mi piace proprio per questi.
      Per i pugni sulla capotte sono scesa dall'auto a vedere se mi aveva lasciato i segni.
      Mi sono spaventata.
      Tutto passato.
      Ciao Linda

      Elimina
  10. Ciao Carla!! Purtroppo la gente sfoga la sua rabbia e il suo stress in ogni occasione possibile, dal calcio alla strada appunto! Si sentono protetti dentro la loro macchina e si permettono di essere arroganti perchè questo li fa sentire forti! Fatti coraggio e prendili in giro con ironia, non meritano altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, il problema è che questa è una catena che non si spezza. Forse alcuni si sentono protetti riparati dalla loro arroganza e questo non è circoscritto ad una sola città.
      Hai ragione forse la chiave giusta è proprio prendere il tutto con ironia.
      Ciao e a presto!

      Elimina
  11. il problema è che poi metti tutto a confronto e dici: "Ma chi me l'ha fatto fare di tornare in quest'inferno???"
    Ho una mia amica che è appena tornata dalla Namibia dopo 6 mesi. C'è già stata sempre per periodi lunghi ma va e viene. Quando torna è un disastro. Il suo scopo è di trasferirsi lì a fare la guida e sta studiando per questo e tornare qui ogni volta la deprime terribilmente.
    Baci
    MyP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io provo questo senso di frustrazione, non sempre ma spesso. Qui la gente corre, corre, e corre ancora, sempre, troppo, corre con il tempo e non se lo gode.
      Peccato!
      Ciao Eloisa!

      Elimina
  12. Con un traffico in queste condizioni ( non solo per i veicoli, ma soprattutto per i conducenti e il loro "codice di comportamento stradale") io non sarei capace neanche di metterei l'auto fuori dal garage!
    Coraggio e resisti, prendila con spirito come sai fare bene e, se ti serve come sfogo, noi siamo qua ad ascoltarti, capirti e coccolarti un po':-)
    Fata C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti vedermi quando mi immetto nella circolazione alla mattina quando il traffico è al massimo dell'esasperazione.... e sta appena incominciando la giornata.
      Resisto e imparerò a riderci su...
      Ciao e a presto!

      Elimina
  13. Carissima Carla, in quel luogo popolato di barbari nel quale vivo ora, dove la regola è: c'è verde quindi passo, c'è rosso quindi guardo e passo, un giorno ho realizzato che nessuno (NESSUNO) suona mai il clacson, mai.
    Con grande sollievo delle altrui orecchie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il silenzio! Musica per le mie orecchie.
      Qui anche quando passi con il verde si scatena l'inferno di clacson perchè non hai avuto abbastanza sprint...
      Ma ti sembra normale?
      Ciao Flo!

      Elimina
  14. Come ti capisco Bari è anche peggio.
    la gente non è civile, non capisce il senso di alcune parole come: rispetto, educazione civiltà.
    Vivere in certi posti è un po' come vivere nella giungla e spesso la rabbia è forte per chi, come noi, queste cose non le accetta.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Bari è peggio di Roma?
      Esiste un peggio?
      Non ci voglio proprio pensare!
      Ciao Audrey

      Elimina
  15. Anch'io rispetto il codice della strada e quando mi capita di azionare le luci per segnalare il mio dissenso a chi non mi dà la precedenza costringendomi a frenare, il "pilota" mi guarda come se fossi fuori di testa... non sa d'avere commesso un'infrazione e questo non è una scusante ma un'aggravante.
    Hai ragione a sentirti fuori dai gangheri perchè a me è venuto mal di stomaco solo a immaginare d'essere in quel caos impossibile che hai descritto così bene...
    Che fare?
    Un rimedio l'avrei... montare pale spazza-auto alla tua e farti largo
    Posso dire impunemente che Jung, gli esperti in genere, a volte m'infastidiscono? Sanno sempre dove colpire e lo fanno senza alcuna remora. ;)
    Ciao Carla :)))
    P.S.: Dopo avere letto te e il tuo commentarium, non oso lamentarmi del traffico di casa mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai loro sguardi percepisco ogni volta che sono davvero convinti di essere nel giusto, ci credono proprio a quello che stanno facendo, anche quando ti tagliano la strada a rischio d'ammazzarti e d'ammazzarsi e quando ti fanno il pelo alla macchina.
      Comunque solo nel raggio di dove abito io ci sono svariati incidenti causati anche da questi incroci improbabili e assassini (così li chiamo io)
      Quando la sera rientriamo a casa io e il mio figliolo ci guardiamo come a dire "anche oggi ce l'abbiamo fatta".
      Scherziamo che è meglio.
      Ciao Sari!

      Elimina
  16. ...io penso che non riuscirei mai e poi mai a vivere in un posto che non è Brescia, casa mia, il luogo dove sono nata e cresciuta, e che è il mio spazio vitale, civile quanto mi basta per sentirmi bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace tantissimo vivere ovunque e meno male che lo sto facendo in questo periodo. Il traffico in se non è che mi disturba, è l'arroganza, la supponenza e il fatto di sentirsi al di sopra della legge, in questo caso al di sopra del codice della strada.
      Un caro saluto Patalice e un saluto alla tua Brescia

      Elimina

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.