Passa ai contenuti principali

OMETEPE, un gioiello in Nicaragua!


Avete mai visto un gioiello di 276 km2? Un gioiello che ha un nome: OMETEPE
E’ considerata l’isola lacustre più grande del mondo situata al centro del Grande Lago Nicaragua o lago Cocibolca, un lago di acqua dolce in America Latina.
OMETEPE, Il suo nome deriva dalle parole nahuatl "ome
" che significa due e "tepetl" che significa montagna o collina, luogo di due montagne.
OMETEPE è candidata ad entrare tra le 7 meraviglie del mondo.

In tutta l’isola si stima una popolazione di circa 35.000 abitanti discendenti dei popoli indigeni (Nahuatl) che popolavano il Nicaragua prima dell'arrivo dei colonizzatori spagnoli. Ora popolano solo la metà dell’isola e l'agricoltura è una delle attività principali degli abitanti quindi una ricchezze per questa isola.


Vista dall’alto quest’isola ha la forma di un 8 irregolare. Dritto in piedi su ogni cerchio di questo 8 si ergono due vulcani.

Proprio così, un isola a forma di 8 formata da 2 vulcani: Concepcion è il vulcano attivo sull'isola di Ometepe a perfetta forma di cono, la più perfetta tra i vulcani del paese, sorge a 1610 metri sopra il livello del mare. Occasionalmente espelle gas e cenere. La sua cima è quasi sempre oscurata da una cappa di nuvole. L’altro vulcano è il  Maderas, la cui vetta raggiunge i 1365 metri al di sopra delle acque del lago. Si tratta di un antico vulcano inattivo.

Isola di Ometepe vista dall'alto (a forma di 8 irregolare) in mezzo al lago Cocibolca. Sullo sfondo, oltre la terra ferma, l'Oceano Pacifico- Foto di enrico 2

Ometepe dal satellite
Ometepe è stata il rifugio e la terra di molte tribù che si insediarono in queste terre, lasciando loro in eredità proprio la storia e lo sviluppo dell'Isola.
Ometepe Island è strutturalmente costituito dal comune di Moyogalpa Altagracia.
Moyogalpa è il principale porto d'ingresso di turisti e commercianti.
L'isola di Ometepe, a mio avviso, è preferibile (per chi vuole avere un’avventura) raggiungerla da S. Jorge alle prime ore dell’alba con il Ferry una vecchia imbarcazione che trasporta anche auto ed è il mezzo più usato dai locali. L’impatto con il vecchio Ferry è davvero allarmante, tutti ci domandiamo se ci porterà all’Isola. Sembra che i nicaraguensi non abbiano alcun dubbio, ha funzionato per così tanti anni … perché dovrebbe abbandonarci proprio ora?
Il viaggio sul vecchio Ferry, sul ponte o in cabina, dura un’ora ed è davvero rilassante, i turisti sono quasi inesistenti, incontriamo però molti nicaraguensi.
Ci si può godere il viaggio avvolti dall’aria del lago e il sole splendente .
Il porto di San Jorge (partenze per l'isola di Ometepe)
Il vecchio Ferry
Dal vecchio Ferry vediamo il meraviglioso paesaggio del vulcano Concepcion e sullo sfondo il vulcano Maderas che ci danno il benvenuto
Due Vulcani, due fratelli gemelli che ci offrono una grandissima varietà di ecosistemi naturali, fiumi, cascate, sorgenti, spiagge, selve, foreste, zone secche e zone umide incontaminate quindi potrebbero definirsi quasi vergini.
E’ normale assistere a 30 minuti al giorno, durante la stagione delle piogge, a docce dal cielo, questo rende tutto il clima ambientale ed anche emozionale unico. E’ un’eterna estate dove il verde strepitoso avvolge tutto quanto, quando all’improvviso il sole torna a splendere più che mai.
Le acque che circondano il Lago Cocibolca, o il Lago di Nicaragua, ospitano l’unica specie al mondo di squali d'acqua dolce.
SCESI DAL VECCHIO FERRY ...............................veniamo catturati dalla natura
Cavalli in libertà
Una meravigliosa vista dalla finca Porvenir, la striscia di terra che unisce i due vulcani


Le foreste offrono abbondanti opportunità per osservare scimmie, armadilli, formichieri, opossum, cervi, pipistrelli, insetti di ogni specie, rettili e anfibi.  La vista della fauna selvatica è eccellente tutto l'anno, ed è una delle principali attrazioni dell'isola. Vi sono più di 80 specie di uccelli abitanti dell’isola e anche migratori. Ai piedi dei vulcani si può godere di spiagge di sabbia bianca che offrono tranquillità e, per chi lo desidera, anche romanticismo tra escursioni e scalate. I pendii del vulcano Maderas sono ricoperti di coltivazioni di caffè e da foreste pluviali.
Dalle pendici del vulcano vista sul lago Cocibolca o lago Nicaragua

Io osservo dalla riva del lago mentre gli altri intrepidi se ne vanno con il Kayak e decidono di  raggiunge la parte di isola dove vivono le scimmie....
.... che tentano di far cadere tutti dal Kayak, e dire che erano stati avvertiti del temperamento per nulla ospitale delle scimmiette!

Danza delle anatre sull'acqua - UNICA AL MONDO


E non c'è solo natura, Ometepe racconta anche la sua storia.
Il Nicaragua, terra di laghi e di vulcani, è stato soprattutto punto di incontro di civiltà antiche.
I Nicarao, i Chorotega ed i Nahuatl, hanno lasciato preziose testimonianze  ovunque nel paese, anche ad Ometepe.

Sull'isola, punto di transito di flussi migratori dal Sudamerica all'attuale Messico, abitata già dal 1.500 a.c , sono state trovate statue monolitiche, ceramiche, manufatti e petroglifi (pitture rupestri) dell'antica civiltà pre-colombiana dei Chorotega!
***************
E poi ci facciamo vezzeggiare da questa atmosfera sulle rive del lago

meritato relax sulla mecedora tra vulcani e laghi
Nessuno che urla, nessuno che corre, troviamo invece un sacco di spazio e tranquillità ed osserviamo e godiamo di tutto quanto quest’isola incontaminata ci può offrire ed è davvero molto.

E' ora di tornare! il vecchio Ferry farà l'ultimo giro della giornata.
Arrivati a San Jorge ci fermiamo ad osservare ancora l'isola e i vulcani che dominano il lago ed ora è il vulcano Concepcion che ci regala ancora uno spettacolo........

Il Concepcion che esplelle le sue ceneri, sembra davvero arrabbiato, noi siamo già a San Jorge.
Che succederà?
Nulla...........
Al tramondo salutiamo il vulcano Concepcion con la sua perfetta forma a cono e in suo immancabile cappello.
Anche in questa splendida giornata abbiamo ancora beneficiato delle meraviglie che ci offre questo  paese.

Commenti

  1. Carla, è meraviglioso, un vero paradiso terrestre! Bellissime le fotografie e la tua descrizione mi ha fatta sentire come se fossi lì. Questa è l'altra faccia di una terra che per tanti versi non è stata generosa con il suo popolo...o forse la terra lo sarebbe stata e l'uomo ha provveduto a far si che le cose andassero diversamente? Comunque bellissimo. Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero un posto paradisiaco, e la gente è cordialissima, molto povera ma tanto generosa.
      Ti abbraccio cara Antonella

      Elimina
  2. Veramente un paradiso, con tutta la bellezza e la potenza della natura. Con i tuoi racconti per un attimo entriamo in mondi davvero speciali ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sempre molto contenta se riesco a trasmettere quello che vedo e pro qui.
      Grazie Marzia!

      Elimina
  3. Questo posto è un incanto, mi sono emozionata nel vedere tanta bellezza... Con il mare e gli animali liberi, i cavalli che corrono nel vento e la danza delle anatre sull'acqua, non ne avevo mai sentito parlare! Che emozione, a volte perdiamo memoria, di quanto la natura sia meravigliosa, complimenti per queste immagini e a presto, Fulvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Ometepe non ne parla davvero nessuno ma ti assicuro che è uno spettacolo anche se in un paese poverissimo.
      Il Cocibolca è un lago, talmente grande che i nicaraguensi lo chiamano il mare dolce.
      Grazie tantissimo per essere passta da me.

      Elimina
  4. Che meraviglia!

    http://thestyleattitude.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Stella! Sono già passata da te.
      A presto quindi!

      Elimina
  5. mi sono permessa di condividerlo su FB perchè è un posto di cui non avevo mai sentito parlare e che vorrei che altri conoscessero e inserissero nelle loro mete da sogno ...
    Bellissime anche le foto, oltre alla forte emozione che trapela da ogni tua singola parola.
    Per le "cartoline" ne aspetto 3 dall'Italia, eh!?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo, sono felice quando si parla di Nicaragua, è un paese da conoscere. E' vero che è definito il paese più povero dell'America latina con Haiti ma la sua bellezza è spettacolare.

      Elimina
  6. Complimenti per come hai descritto il posto e per le foto. Spero di visitarlo un giorno, chissà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto, credimi.... vale davvero la pena conoscere questa terra. Nonostante la povertà è un paese che amo moltissimo.
      Sono già passata da te.
      Ci si scrive!

      Elimina
  7. ciao, intanto scusa se ricambio solo ora le tue gradite visite. bellissimo post e blog delizioso, ti seguo cara!! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audrey, sei molto gentile e sono contenta se mi segui.
      Parliamo di argomenti molto diversi noi due ma mi piace tantissimo la varietà di idee e interessi.
      Stoimparando molto dal tuo buongusto.

      Elimina
  8. Anch'io come Monica (VeB) non conosco questo luogo. Il nome evoca già una meta esotica ed è bello pensare che questi posti sono fuori dai circuiti turistici. Partecipare alla vita della popolazione locale è una gran risorsa, regala tanto credo. Un saluto e grazie per questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, effettivamente sto ricevendo moltissimo da questa gente e mi considero ricchissima tra tutta questa povertà.
      Questo popolo è talmente povero che non riesce a usare la sua bellezza come una risorsa.
      Lo dico sempre è un popolo abbattuto da una lunga guerra, ma piano piano sta alzandosi.
      Grazie Tiziana del tuo passaggio, io ti seguo sempre e seguirò anche la tua storia...

      Elimina
  9. Ma ci vuoi far proprio sognare allora?sembra un vero paradiso con quei cavalli che corrono selvaggi, le scimmie, l'isola, molto affascinante!Grazie per queste chicche!un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, voglio davvero farvi sognare e farvi venire tutti qui.
      A dire la verità vorrei portarmi tutti i bimbi lì in Itlia per permettere loro una vita normale ma............ non posso e allora sto qui io.
      Ciao Federicasole!

      Elimina
  10. Bellissime foto ma soprattutto beata te
    che sei stata in questo paradiso :D Reb, xoxo.
    PS: Nuovo post sul mio blog dedicato ai regali di compleanno,
    passa a dare un'occhiata, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi,
    eccoti il link: http://www.toprebel.com/2012/06/birthday-gifts.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che beata mi sento privilegiata per avere potuto conoscere questo popolo e la sua terra e soprattutto riuscire a farne parte per un periodo di tempo.
      Da te sono passata, e ripasserò sicuramente!

      Elimina
  11. ....peccato davvero non averlo visto.... vorrà dire che in Nicaragua ci devo assolutamente tornare....fosse altro che per vedere Ometepe....e tutto il resto!!! Bello!

    RispondiElimina
  12. Sì Vale Ometepe ti manca, vedi che dovrai riornarci?!

    RispondiElimina
  13. Ma che posto spettacolare! Grazie di avercelo fatto conoscere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello vero? Il Nicaragua riserva sempre sorprese:
      Grazie moltissomo della tua visita.

      Elimina
  14. le mie figlie impazzirebbero per i cavalli in libertà... e io per tutto il resto!
    ciao Carla, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di bello naturale qui c'è davvero da impazzire per le cose naturali che ancora ci sono.
      Per quanto riguarda i cavalli devo dire che qui ce ne sono davvero molti e sono un mezzo di grande utilità come per noi l'automobile, infatti li troviamo spesso parcheggiati con le auto.
      Sono contenta che sei tornata qui cara April!

      Elimina
  15. Carla... Sono estasiata , affascinata, senza parole! Un posto preziosissimo e così ancora intatto: un posto che potrebbe essere l'eden, no?
    E vedere quei cavalli liberi e' stato una emozione enorme ...
    Quel vulcano, che sembra quasi avere identità : lui e il suo fratello.
    Che posto...
    Ma avete visto anche gli indigeni? Io sono affascinata dalle popolazioni che non hanno avuto contatti con il resto dell'umanita .. Me li immagino come degli essere puri e innocenti .. Perché non corrotti dalla sicurtà e modernità .
    Mi spiace aver visto il post solo oggi. Forse ho problemi veram a ricevere i feed da questo blog, eppure sei gia nella lista dei miei "inspirations".
    Complimenti. Un post che arricchisce la conoscenza e l'anima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono ancora persone che vivono molto lontano dalle città e per loro il tempo si è come fermato o forse è che noi siamo corsi troppo avanti, comunque sì si spostano con cavalli o a piedi e a volte li vediamo ma quelli che vediamo noi non sono vestiti da indigeni, hanno vestiti molto umili, stivali e cappello a tesa larga, posterò delle foto così ci si potrà fare un'idea.
      Sei sempre benvenuta qui da me cara Vaty.

      Elimina
  16. bellissimo ** semplicemente strabiliante :') avevi ragione cara, le parole e le immagini possono portare lontano da questa sedia ... e lasciano sognare ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Esmeril, eccoti qua. Hai visto che bella realtà che sembra a un sogno?
      Credimi è davvero bellissimo!

      Elimina
  17. Bellissimo post e bellissima Ometepe.... quanto vorrei che fosse più conosciuta! E' una perla del mondo! Spero di tornarci. Buona notte mammina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa esperienza l'abbiamo fatta insieme ed è stata davvero bellissima, anch'io spero di ritornarci un giorno.
      Buonanotte a te piccolina!

      Elimina
  18. bellissimi posti e bellisime foto.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara emme benvenuta qui da me o forse devo dire benvenute, ho letto che siete in 2 e che vi occupate di corse e di ricette. Andrò a leggere qualcosa di più per saperne di più.
      A presto!

      Elimina
  19. Mi sento piccola e ignorante guardando le foto e leggendo le tue straordinarie descrizioni...conosco così poco del mondo!...ma posso viaggiare grazie a te :)

    RispondiElimina
  20. Ciao Carla grazie,per aver condiviso un post cosi meraviglioso, dove ho potuto vedere paesaggi e panorami mozzafiato tanto belli da sognare il paradiso,
    un caro saluto e un forte abbraccio

    Tiziano.

    RispondiElimina

Posta un commento

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.


Post popolari in questo blog

L'ho visto, l'ho rivisto e mi ha fatta stare bene 



Dal canale di William Wei

Tiziano Terzani

Domande: Quale? Perchè?

Grazie ragazzi dei commenti al post precedente  ma mi piacerebbe sapere, per pura curiosità (personalissima), qual'è l'opera delle "Tre Grazie " che vi è piaciuta di più? E perchè? O magari vi piace un'altra opera (sempre le Tre Grazie) che non ho postato?

carlafamily