martedì 17 giugno 2014

Dedicato al traffico di Roma

Ahi ahi Roma, meravigliosa, luminosa, splendente e tanto rumorosa. 
Sto imparando a conoscere i romani, a poco a poco, senza fretta .  
Nel traffico imparo a conoscerli meglio, proprio il tasto dolente. 
Possibile che la guida dei romani sia tanto sicura e altrettanto pericolosa?  
Io che provengo da un piccolo paese del biellese e che ho una guida, come tutti i miei conterranei,  pulita e prudente, credo di aver scoperto cos'è il vero terrore nel traffico di Roma. 
Questo lo devo proprio dire: Noi non parcheggiamo in doppia fila (qui ho visto anche in tripla), Non sorpassiamo a destra, Usiamo la freccia per indicare la direzione, al semaforo non tagliamo la strada a nessuno, non parcheggiamo davanti ai passi carrabili,  non parcheggiamo sulle strisce pedonali e se qualcuno osasse farlo verrebbe osservato talmente in cagnesco che non s’azzarderebbe rifarlo un’altra volta
Ecco io, povera montagnina,  mi sento terrorizzata in mezzo a tutto questo caos. 
Ho il navigatore incorporato ormai, non mi allontanerei da lui nemmeno se mi sparassero, fa un po’ da deterrente, diciamolo pure. Spero sempre che i romani vedendo
il mio bel navigatore esposto (pericolosamente) in bella vista abbiano un po' di compassione.
Macché! Manco pe gnente ….. Je rode pure vedemme co er navigatore che jentralcio ….
Nemmeno la mia targa BI (Biella) li impietosisce.  “ Te ne devi de anna ddellì…”
E allora seguo la scia delle auto che mi trascinano chissà dove e il navigatore che ostinato mi ripete: “Appena possibile fare inversione a U”
Me sò vista tutta Roma ner trafico
La cosa molto strana, ma strana davvero, è che stando in mezzo ai romani te viene da pensà come loro, nun ce poi fa gnente.  Na frase qua na frase là, e appena apro la bocca per proferir parola tutti sorridono sentendo il mio accento superpiemontese,  non posso nascondermi, ce l’ho scritto in fronte “Piemonte!”
Ma chi lo avrebbe detto che avrei imparato, a forza di spintoni, a guidare dalla Tuscolana fino ad Arco di Travertino? Oggi però me so spinta un po' più in là.... Nessuno avrebbe puntato un centesimo su di me, invece…. Tiè! 
Me sò fatta pure tutta la Nomentana e un po’ de la Sabaudia, pe non parlà de la via Appia, tutta in auto mica co li mezzi . 
E le moto? Sono tutte a Roma, di tutte le cilindrate, acrobati in sella, sbalorditivo! 
Ultimamente sto mescolando un po’ troppo italiano, spagnolo e romano, il piemontese ce l’ho nel sangue e quindi non conta, adesso però un po’ romana ce devo de diventà, senno nun vale…
Sto scoprendo che mettersi alla guida di un auto e buttarsi in mezzo al traffico mi aiuta a  conoscere un po’ di più la gente del posto, forse la vera natura di un popolo la si scopre proprio quando è alla guida. 
ESAGGERATA!

Vogliamo parlare della guida dei Nicaraguensi? Un’altra volta, oggi mi son già mangiata il fegato nel traffico romano. 

Traffico a Roma negli anni sessanta (Foto dal Web) ........ pensa adesso!


Andate su link che segue, è meraviglioso ed attualissimo: 

Canzone di "Radici nel cemento" (Anche questa una Bella scoperta!)

Ce sei mai stato in mezzo ar traffico de Roma? 
Cel'hai presente? Lo sai come funziona? 
T'è capitato già lo sai da te? 
Si nun ce sei mai stato te lo dico io com'è! 
E' 'na caciara 'na vera bolgia, 'na pipinara, è 'na Cambogia 
E' 'n brulicare de machine 'mpazzite, se voi te lo racconto, damme retta, mò se ride! 
Il Grande Raccordo Anulare è come 'na giostra che gira sempre intorno, 
Se lo trovi ingorfato poco male, ma s'è bloccato ce rimani tutto er giorno, 
La tangenziale lasciala sta, pìa nantra strada, nun te sbajà 
Se voi andà dritto nell'occhio der ciclone allora te consijo pia la circonvallazione. 
Dei mezzi pubblici so' tutti fobici pe' via der prezzo e della tempestività 
Infatti l'autobus vanno lentissimi, solo 'n pochetto più veloce ce va er tram 
Poi c'è la metro, bona anche quella! Solo due linee: la terza è la più bella! 
Rimane er treno: sempre gajardo! Pare fatto apposta pe' chi vo' arrivà in ritardo! 
Io non ne posso più, io non ce vojo tornà, io non ne posso più… 
Ce sei mai stato in mezzo ar traffico deRoma 
Ce l'hai presente? Lo sai come funziona? 
E' 'n delirio, è 'na tortura, è 'n martirio, è 'na congiura 
E' 'na condanna pe' l'automobilista, 
Perché ogni santo giorno lui è costretto a tornà in pista! 
Li pizzardoni so' poveracci, a fine turno so' ridotti come stracci, 
E pe' sfogasse tu lo sai che fanno? 
A me personalmente armeno tre quattro murte l'hanno. 
Li semafori so' intelligenti, quando te servono li trovi tutti spenti, 
Quando invece scorre tutto regolare, li becchi sempre rossi a intermittenza semestrale! 
An'vedi quello, me pare in gabbia, 
Lui c'ha 'na fretta che se lo porta via, 
E' già da 'n pezzo si che schiuma dalla rabbia 
Vo' fa' le corna pure alla polizia 
E li parcheggi so' merce rara, pe' trova' 'n posto tutti quanti fanno a gara, 
Li principianti so' 'na minaccia, de li pedoni sulle strisce vanno a caccia, 
Er motorino va ch'è 'na spada, sulle due ruote lui è er padrone della strada 
Te core davanti de fianco sopra e sotto, de dietro invece no: rosicherebbe troppo! 
Io non ne posso più, io non ce vojo tornà, io non ne posso più… 
Ce sei mai stato in mezzo ar traffico deRoma? 
Ce l'hai presente? Lo sai come funziona? 
In mezzo ar traffico de 'na grande città, 
Io lo conosco bene e non ce vojo ritornà! 
E nun ce torno più, io nun ce vojo torna' 
Nun ce ritorno più, io nun ce vojo torna'!
(Radici nel cemento) 

24 commenti:

  1. Ahaha, direi che te sei inserita perfettamente 'n mezzo a Roma! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me sò 'ncastrata e me tocca....
      Ciao Moz!

      Elimina
  2. Quando avrai capito tutto del traffico di Roma (e puro de li romani), fai una capatina un po' più giù, a Napoli; ti posso garantire che quegli scavezzacolli de romani ti sembreranno tutti bucellesi nati, tutti perbenini, nella guida e nel parlare colorito, quello che ti fa accettare anche gli insulti, obbligandoti al sorriso.
    Li mortacci loro...
    Ciao.
    Ciao..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scoraggiante! comunque non ho mai ricevuto tanti insulti in vita mia come da quando sono qui.
      Me ne torno a casa tutte le sere a testa bassa...... comunque... dura poco la mortificazione.
      M'abituerò!
      Ciao gattonero

      Elimina
  3. CARA CARLA, DA QUESTO MOMENTO SI PUÒ SCARICARE NUOVAMENTE IL MIO LIBRO.
    SOLO MIO FIGLIO HA CAPITO IL PERCHÉ NON SI POTEVA PIÙ SCARICARE.
    PENSA CHE IL PROGRAMMA SCADE OGNI ANNO COSÌ È STATO RINNOVATO PER UN ALTRO ANNO.
    CIAO E BUONA SERATA, CARA AMICA.
    TOMASO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo, libro scaricato!
      A volte i figli sono davvero geniali.
      Ciao e buona giornata Tomaso.

      Elimina
    2. Parlando del traffico e dell'educazione in generale, verrei consigliarti di per venire a vedere come si comportano qui da noi tra automobilisti e pedoni, un grande rispetto reciproco, che solo dove si insegna già all'asilo comi ci si comporta sulla strada.
      i passaggi pedonali sono rispettati dai automobilisti altrimenti le multe sono salatissime, per questo al passaggio le auto si fermano se vedono pedoni fermi sul marciapiede.
      è quasi incredibile per un italiano ma è veramente così.
      Buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
    3. Sono stata in Svizzera ed ho visto con i miei occhi il comportamento sia degli automobilisti che dei pedoni e devo dire che ne avremmo da imparare a iosa.
      A proposito di strisce pedonali ce ne sarebbe da dire. Il video che ho postato del film con la Magnani ci fa intendere bene il senso.
      Io qui ho rischiato di essere investita molte volte e sottolineo che non sono l'unica ad avere simili esperienze. Anche se il semaforo è verde per i pedoni è bene accertarsi comunque sempre che tutte le auto siano ferme e che non ne stia sopraggiungendo una come una scheggia. Questo è successo a mia nipote: semaforo verde per i pedoni, 2 auto ferme e la terza che sorpassa tutti quanti e passa con il rosso sfiorando pericolosamente mia nipote che stava attraversando......"tutto normale" mi hanno detto.
      Io non credo sia "tutto normale".
      Ora mio figlio sta cambiando stile di guida. "Mi devo adeguare" mi dice "altrimenti son finito".
      Pensa un po' che me tocca de sentì...
      Un caro saluto Tomaso

      Elimina
    4. Conosco queste situazioni, cara Carla, il mese scorso come avrai letto da me, sono stato a Verona e poi a Ravenna, alle strisce pedonali io abituato come qui mi fermavo se vedevo pedoni fermi, mi guardavano come se venissi dalla luna:-)
      Scusa la battuta ma è così, ciao e buon pomeriggio.
      Tomaso

      Elimina
  4. Simpatica istantanea del traffico Capitolino. Ormai però nelle grandi città il caos regna sovrano.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto in questo Blog Enrico,
      Avrò modo di conoscerla meglio questa nostra Roma capitale.
      A presto!

      Elimina
  5. Ciao!
    Sembrerò folle, ma per quanto mi riguarda, devo dire che sono stato a Roma varie volte (anche se per periodi non lunghissimi) e non ho ricavato quell'impressione di caos, sia pure "colorito."
    Bisogna però tener conto del fatto che non guidando (nè a Roma nè nella mia Cagliari), nella capitale mi sono sempre spostato coi mezzi pubblici.
    In ogni caso, per quanto riguarda per es. il lessico e perfino gli insulti, per come conosco i romani penso che da parte loro si tratti più che altro (certo, non sempre) di una sorta di tic o addirittura di vezzo. Insomma,non credo che parlino come parlano sempre e comunque per insultare, anche se come sardo può sembrarmi un atteggiamento talvolta seccante.
    Buona giornata
    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo, pensa che appena ho aperto il tuo commento mi sono detta: "toh il mio Riky mi commenta il post" Riccardo è mio figlio, sarebbe stato troppo strano.
      Benvenuto Riccardo qui in questo spazio. Sai cos'ho scoperto? Che spostarsi con i mezzi o alla guida di un'auto c'è un'immensa differenza, abissale!
      Quando mi beccherò l'ennesimo insulto cercherò di considerarlo una sorta di tic o addirittura un vezzo. Non credo sarà facile, le dita delle mani me le hanno mostrate tutte quante singolarmente in tutti i vari gesti anche solo per essermi fermata al semaforo rosso.
      Ma sò simpatici, nun se discute!
      Mi piace il termine che hai usato: seccante, ecco mi sento un tantino seccata.
      Ma questa è solo una fase, la prima! Poi ci sarà la successiva, io ben integrata....
      Un caro saluto Riccardo.

      Elimina
  6. Ah Carla, ti confiderò un segreto per sopravvivere al traffico di Roma: occhi attentissimi, musica soft nell'abitacolo (che ti calmi) e indifferenza verso i maleducati e gli arroganti. Ci vuole calma e senso dell'umorismo, altrimenti nun je se la fa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Linda che piacere averti qui.
      Ok gli occhi li ho attentissimi davanti/dietro/di lato....
      La musica soft pure, mò devo imparà l'indiferenza!
      Ci proverò e ce la farò.
      Mamma mia me sembra de andà en guera...

      Elimina
  7. Carla... evviva, sei tornata!
    certo che sei tremenda.
    mi distraggo due giorni e dopo mesi di silenzio sbuchi da Roma con ben due post! :-))
    Molto bene!
    un abbraccio
    chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, eccomi risbucata per l'ennesima volta e questa volta a Roma.
      Un abbracciotto

      Elimina
  8. la mia temeraria Carletta va dovunque e non la ferma nessuno
    Il traffico di Roma non è cosa da tutti e tu lo fai con prudenza e con i tuoi tempi...brava!!!
    Meno male che gli insulti in romanesco sembrano più simpatici...almeno a noi piemontesi :-)

    RispondiElimina
  9. La Benny, la Benny, la Bennyyyyyyyy
    Io lo so che pensandomi fai volare l'immaginazione.
    Dai vieni che ti faccio fare un giro in giostra qui nel traffico.
    GUIDO IO! ALE'!
    Ti abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  10. Ormai tutte le grandi città hanno i loro problemi veicolari e meglio muoversi con mezzi alternativi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio! Ho già fatto la mia bella tessera mensile ma un altro problema è che in alcuni luoghi ci si deve recare solo in auto altrimenti non si arriva mai.
      Ciao Cavaliere !

      Elimina
  11. Troppo forte!!!!! Sei mitica! Ci sono stata solo una volta a Roma, per un corso della durata di tre giorni e mi sono innamorata. I romani sono affascinanti!! Ed.....esaggerati!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ste, sì i romani sono affascinanti, perdono un po' del loro fascino quando li metti al volante.
      Se dico che Roma è meravigliosa credo di esprimere un giudizio molto riduttivo. Se vai al centro ti sembra di essere sempre in vacanza e di far parte della storia. Le sensazioni che dà Roma sono uniche. Pro e contro come tutte le cose.
      Un abbraccio Ste.

      Elimina
  12. Ecco, arrivo dal post che hai pubblicato oggi e adesso capisco un po' di più il disagio. Cavoli, sembra uno dei miei racconti cinesi! Che ho quasi pensato "ma sta parlando di Roma o di Shanghai???"

    RispondiElimina

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.