Passa ai contenuti principali

Ogni Nicaraguense è un poeta fino a prova contraria

Arrivata in Nicaragua tutto pensavo di scoprire tranne immaginarmi quanto è importante la popolarità e la grandissima passione per la poesia tra questa gente. Un forma artistica che non ha rivali. La poesia è una forma di espressione che per il nicaraguense non ha paragone. Ed è proprio del grande poeta nicaraguense Josè Coronel Urtecho di Granada la frase del titolo di questo post “Ogni nicaraguense è un  poeta fino a prova contraria”.  Anche la poesia nicaraguense  è un mezzo importantissimo per esprimere oltre al sentimento anche espressioni politiche e sociali ma ciò che la rende singolare è che dal più povero al più ricco, dall’analfabeta al più istruito, dal tagliatore di pietre all’impresario, dall’ufficiale pubblico all’impiegato c’è sempre un argomento che li accomuna: la poesia.
La poesia in questa immagine  di una Bimba Nicaraguense descritta dai giovani della Scuola Media Statale S. Damiano d'Asti   Cuore di bambino: poesie

I bambini memorizzano la poesia imparando ad esprimersi. I giovani studenti formano gruppi per imparare un paio di versi a testa del loro eroe nazionale, non a caso il poeta di Leòn Rubén Darìo,  e recitano all’unisono interi poemi.  Quando i bimbi o i giovani desiderano esprimere i propri sentimenti inventeranno versi esclusivamente alla persona a cui li vogliono dedicare. Anche i giovani ragazzi per esprimere ammirazione per una compagna lo faranno in versi. Io personalmente potrei pubblicare un libro per le poesie che mi sono state dedicate (non scarto l'idea). Persino i giornali, i quotidiani pubblicano poesie almeno tre volte a settimana e si possono leggere grandi poeti del passato e del presente. Persino il periodico più letto La Prensa pubblica poesie inviate dai lettori.
Julio Cabrales (1944), scrittore che vaga come un mendicante ai semafori della Carretera Norte, en Managua. Autore de los poemarios Ómnibus (1975); Esbozo de un joven (1970), y Sonata para enflorar su psiquis abolida (1968), oggi è un uomo dimenticato dalla società. LA PRENSA/O. NAVARRETE
Ho scoperto un fatto decisamente singolare, qui la parola “poeta” ha anche il significato di amico, fratello, compagno. Può succedere di sentire un nicaraguense dire a quello dell’altra parte della strada “Ehi poeta come stai?”
Versi vivi.  Tutti parlano di poesia a Granada. La piazza è sommersa di libri. scrittori e gente con voglia di urlare poesia al mondo intero. Si vive l'esperienza di condividere uno degli eventi più importanti del mondo con più di 124 poeti da 48 paesi incluso il  Nicaragua.
LA PRENSA/G. MIRANDA
Turismo, artesanía y sobre todo mucha poesía se vive en la ciudad de Granada.
LA PRENSA/ARNULFO AGÜERO

Ma vi voglio raccontare questo aneddoto: la giovane Luz Marìa Sanchez era di fronte al pubblico con i suoi tacchi alti e il suo bel bikini arancione chiaro, era in parità con un’altra bellissima concorrente, per rompere la parità alle due finaliste era stato concesso un minuto nel quale dovevano improvvisare un discorso, in questo modo avrebbero dovuto convincere i giudici che erano degne del titolo di Miss Nicaragua. La prima concorrente parla citando l’importanza della famiglia, della serenità e dei propri sogni rivolti a realizzare la sua professione. La folla applaude. E’ la volta di Luz Marìa, esce sul palco con il suo bikini e dopo una breve pausa passa a recitare a memoria una enigmatica poesia scritta dal metafisico nicaraguense Alfonso Cortès. Finita la recita dalla folla esplode un’ovazione di applausi. Non ci fu più gara, Luz Maria vinse il titolo.

Miss Nicaragua (1996)  Luz Maria Sanchez 

Nessuno sa che il primo poeta latino-americano candidato al Premio Nobel è stato un nicaraguense, Salomòn de la Selva, anche se viene ricordato per le sue traduzoni in inglese del grande poeta Rubén Darìo. Ed è proprio con Rubén Darìo che la poesia è diventata una forma d’arte per il paese, la grande passione nicaraguense.

Salomòn de la Selva
E’ con immenso piacere che vi presento 2  poesie nicaraguensi


VERGÜENZA (Salòmon de la Selva)
Éste era zapatero,
éste hacía barriles,
y aquél servía de mozo
en un hotel de puerto…
Todos han dicho lo que eran
antes de ser soldados;
¿y yo? ¿Yo qué sería
que ya no lo recuerdo?
¿Poeta? ¡No! Decirlo
me daría vergüenza.

Traduzione:
VERGOGNA
Questo era calzolaio,
Questo faceva botti,
e l'altro serviva come cameriere
in un hotel del porto...
Tutti hanno detto cos'erano
prima di essere soldati;
E io? Io cos'ero
che non lo ricordo?
Poeta? No! Mi vergognerei dirlo. 



NOTTURNO (Rubén Darìo)
Silenzio della notte, doloroso
silenzio notturno...
Perchè l'anima trema a questo modo?
Odo il rombo
del mio sangue:
dentro il mio cranio passa una tormenta
soave. L'insonnia!
E non si può dormire. E tuttavia
si sogna.
E sul banco anatomico se stesso
uno seziona, ed è il suo proprio Amleto.
Sciogliere la tristezza
entro un vino notturno,
nella coppa preziosa delle tenebre.
E mi domando: Quando verrà l'alba?
S'è richiusa una porta...
E' passato un viandante...
Tre rintocchi alla torre... Oh, che sia lei?

Rubén Darìo

Meravigliosa descrizione dell’insonnia non dormiamo ma sognamo. Quasi sempre questi "sogni" notturni ad occhi aperti non sono bellissimi: ci ricordano le paure, le ansie i dolori che teniamo lontani di giorno. C’è persino Amleto sul banco anatomico. Facciamo proprio questo nelle notti insonni: una sorta di vivisezione di noi stessi che non sempre è necessaria. Invece dovremmo pensare all’alba ma ce ne dimentichiamo. 


A presto per un altro scorcio sul Nicaragua

Commenti

  1. Ciao Carla, ma sai che Dario è uno dei miei poeti preferiyti! Il mio famoso quaderno di "Frasi, poesie, citazioni..." brulica dei suoi versi, la poesia che hai scritto è un adi quello che leggo spesso anche perchè si rifà ad un argomento per me tristemente noto: l'insonnia, e quanto è vero che nelle lunghe notti insonne non fai altro che vivisezionarti l'anima. Il post è bellissimo ci fai conoscere tante cose, questa cosa che i Nicaraguensi sono un popolo di poeti me li fa sentire vicini, in fondo anche l'Italia è un popolo di poeti. A me di Dario piace molto " Sera del tropico" te ne mando una strofa, poi uno di questo giorni, la pubblico per intero. Ciao Carla, e grazie per le esperienze che ci racconti. Buona giornata, un abbraccio, Antonella

    "Dall'abisso si leva
    il lamento amaro e sonoro.
    L'onda, quando il vento canta,
    piange."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, anche l'Italia è un popolo di poeti. Quello che portroppo noto in Italia è che non si dà il giusto valore alla poesia, e penso la stessa cosa in relazione al teatro. Il mio desiderio sarebbe che in Italia si vivessero molto più intensamente queste due espressioni di arte. Darìo è tra i tuoi poeti preferiti...... qui i suoi versi volano nell'aria. Sei una continua sorpresa!

      Elimina
  2. che bellissimo post :) magico.. magico come la poesia, come un animo poetico che in fondo è in tutti noi basta solo saperlo coltivare e valorizzare e l'amore per la poesia che c'è in questo paese ci insegna questo :) coltiviamo la poesia che c'è in noi....

    P.S. ma come sono belle le ragazze nicaraguensi :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, nel nostro piccolo coltiviamo il poeta che c'è in noi. Basta cercare un po' forse, ma c'è, sono sicura che c'è.
      Le ragazze Nica? Sono davvero molto carine, peccato però che con la vita dura che conducono debbano mettere da parte molte cose che una ragazza dovrebbe fare normalmente. Per esempio lo sapevi che alla mattina si svegliano sempre alle 5 per fare il bucato a mano per tutta la famiglia composta come minimo da 6 o 7 persone(e qui non c'è sempre l'acqua corrente) e cucinare le tortillas per tutta la famiglia? e non hanno neppure il fornello.... ma cucinano su una pietra o, le più fortunate, hanno un fornellino a gas. Poi, forse possono andare a scuola o al lavoro. Io le trovo bellissime!

      Elimina
  3. Conosco davvero pochissimo di questo paese e sicuramente nulla della sua poesia.
    Grazie per la visita e per il bel commento...
    Hai ragione di sicura lì internet mancherà spesso come tante altre cose...e sicuramente è una popolazione povera e colpitda guerre e calamità e nostante questo come hai scritto tu vedi la speranza nei loro occhi...ebbene qui è proprio quello che manca...la speranza!
    Un grande abbraccio
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, tutte le persone che sento dall'Italia mi dicono che non hanno speranza. Ma quanto danno è stato fatto al nostro povero paese? Uccidere le speranze è uno dei reati più grandi, ma forse ai reati in Italia non ci si fa più caso?!?! Sono davvero preoccupata a ritornare.

      Elimina
  4. Che bello associare la parola poeta ad amico.....mi ha colpito....
    e che bello leggere un pò di spagnolo. Verguenza è una delle mie parole preferite, sai?
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Ste, asì te gusta la palabra "verguenza".....
      Sì, è molto bello accostamento poeta/amico, e qui è tutto normale.
      Se frugassimo tutti dentro di noi non avremmo vergogna di essere poeti. Un abbraccio!

      Elimina
  5. ...finalmente ho un po' di tempo per commentare.... Nicaragua: terra di laghi, di vulcani e.... di poeti.... eh già! Nella povertà estrema si trovano i diamanti più puri... mi commuove sentire quanto i ragazzi, anche quelli meno studiosi, conoscano le molte poesie di Ruben Darìo a memoria...e quanto lo apprezzino!!!! In Italia non sono molti i ragazzi che conoscono a memoria le poesie di Leopardi.... sono meravigliosi.... davvero....

    P.S. questo nuovo sfondo blu del blog fa molto "gran galà"... la prossima volta che verrò a leggerti mi metto i tacchi a spillo... promesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao compagna d'avventura! Ma dai, non hai notato che a volte mi piace cambiare lo sfondo per coordinarlo al post? Per esempio in questo ci sono le rose blu della bimba Nica.

      Elimina
  6. Bellissimo post! Sarebbe davvero bella l' idea di realizzare un libro con tutte le poesie che le ragazze ci scrivono in letterine, bigliettini e dediche... non la abbandonare! E' sempre bello leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie piccolina, e io sono sempre contenta quando mi leggi.
      Posso chiamarti 'piccolina' vero?

      Elimina
  7. eheh Fabrizio è a Torino...ma via iternet mi sa che potrebbe arrivare fino in Nicaragua...
    non preoccuparti
    Buona serata...o meglio buon non so cosa ...perchè col fuso non mi ci racacpezzo e quindi non so se ti sto parlando,di sera, di pomeriggio o di mattina
    Ciao
    mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ho trovato Fabrizio su internet, non so come ma l'ho trovato.
      P.S.: qui siamo sempre 8 ore meno rispetto all'Italia
      Ciao Cia Mari, ritorna a trovarmi

      Elimina
  8. Ciao Carla, ti aspetto da me, c'è, ancora, un premio da ritirare.Un abbraccio Antonella

    RispondiElimina
  9. Che bella sorpresa scoprirti grazie alla tua visita. Mi piace quello che fai e mi fai tornare in mente a quando single me ne andavo in giro per il mondo. La voglia di scoperte non mi è mai passata ma quei viaggi non li faccio più. Complimenti per il post. Tornerò con calma a farmi qualche giro anche se ho già capito da alcuni post letti che il tuo blog mi piace. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torna torna, io sono qui ad aspettarti, sono davvero contenta che sei passata a curiosare.

      Elimina
  10. Scusa se te lo chiedo: ho visto che c'è la parola captcha da inserire per poter mettere i commenti. Io l'ho tolta su suggerimento di Alchemilla e ne sono contenta così anche chi ha problemi di vista può accedere. Nel mio blog ho messo come fare (se ti interessa farlo). Spam non ne ho mai ricevuto ma c'è sempre la possibilità della moderazione. Grazie e scusa ancora. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta che provo e ti dico

      Elimina
    2. Grande!! Sei stata bravissima. Adesso mi faccio un giro dagli altri tuoi post. Un abbraccio.

      Elimina
  11. Davvero interessanti, i tuoi post. Sono così accurati, anche nelle immagini con l'indicazione della fonte.. hanno un taglio tra il narrativo e il giornalistico che mi piace molto.
    Ciao, alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che mi ha fatto un gran bel complimentone?!

      Elimina
  12. Grazie per la fiducia...
    io per ora sono terrorizzata...
    Non so se sarò all'altezza anche se mi impegnerei comunque al massimo per fare un buon lavoro
    Ti abbraccio
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicendo che il tuo impegno sarà al massimo già dimostri che sei all'altezza. Hasta pronto!

      Elimina
  13. E' proprio vero che finche' resiste la poesia c'è speranza. Attorno vedo poco di entrambe ma con questo post mi sentirò il pace per un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che questo post ti ha lasciato una sensazone così importante. Sto preparando una cosa nuova che spiegherò in un nuovo posto, spero che verrai a leggermi ancora. Ciao Marzia!

      Elimina
  14. Mammina, ho visto che hai aggiunto un' etichetta "devo continuare perchè..." e mi piace tanto! Parli anche di noi! Ti abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che parlo di voi, di noi, di quello che devo aggiungere...... un baciottone!

      Elimina
  15. Ciao Carla,
    c'è un premio per te nel mio ultimo post. Ciao e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! ho provveduto immediatamente a ritirarlo. Sei molto gentile.

      Elimina
  16. Carla, mi hai emozionata incredibilmente con questo post. L'ho letto con grande ammirazione e meraviglia : non conosco affatto il popolo nica e poter scorgere le sue prime caratteristiche attraverso questo tuo
    Speciale omaggio e' stato davvero sorprendente .
    La poesia, come la musica, e' tutto.
    Non posso che iniziare ad amare questo popolo
    Di poeti e artisti.
    Carinissimo l'aneddoto della Miss.. Ho visto tutta la scena! E chissà che ovazione degna delle piu grandi vittorie :-)
    Grazie grazie per le due bellissime poesie riportate.
    Un abbraccio,
    Vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente Vati sei tornata anche nel mio blog, ne sono davvero felice. Ritorna mi raccomando!

      Elimina
  17. Carla mi daresti al tua mail...così potrei scriverti...invece di continuare a commentare lo stesso post...
    Grazie per l'apprezamento...di sicuro potrei scattare foto speciali se potessi venire lì...ma credo che purtroppo non succederà mai...
    troppo lontano e troppo costoso il viaggio.
    Invece tu che puoi continua a mostrarci angoli di questo paese a noi sconosciuto!
    Non importa se non sei Steve McCurry è lo stesso interessante!
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto! inviata email, La prossima spesa sarà una bella macchina fotografica. Il viaggio non è poi così costoso, è............un pochino costoso. :)

      Elimina

Posta un commento

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.


Post popolari in questo blog

L'ho visto, l'ho rivisto e mi ha fatta stare bene 



Dal canale di William Wei

Tiziano Terzani

Una vera donna (SnoopyMania)

Pensiero di fine settimana