Passa ai contenuti principali

I cinesi si comprano proprio tutto...

Dipende dai punti di vista. il Progetto del CANALE GRANDE DEL NICARAGUA sembra voglia competere con il Canale di Panama.  Idee discordanti tra i cittadini. 
Sarà vero sviluppo o un'ulteriore tragedia per il Nicaragua?
Sarà uno sfregio nel cuore del Centroamerica o una nuova risorsa per il Paese?
Secondo il Governo questo Canale offrirà molti benefici economici e porrà finalmente fine alla povertà ed alla disoccupazione.
Naturalmente c'è chi non la vede così. 
Molti sono sospettosi in merito, non la vedono come uno sviluppo economico ed una lotta contro la povertà ma credono che questa opera grandiosa avrà un impatto negativo sull'ambiente. molti ritengono che il governo abbia venduto il Nicaragua ai cinesi. 
L'industria HKND con sede ad Hong Kong ha ottenuto il diritto di costruzione del Canale per i prossimi 50 anni ed altri 50 anni per condurne tutte le attività. 
Dietro questa enorme impresa ci sarebbe un multimilionario cinese di 41 anni Wang Jing. 
Si presume che questa via intraoceanica sarà più estesa, più profonda e più larga del Canale di Panama. Si prevede che questo canale sarà lungo 278 Km contro i 77 Km del Canale di Panama, qundi 3 volte e mezzo più lungo.  Sono previsti  5 anni al completamento lavori contro i 10 anni di costruzione del Canale di Panama da parte degli Stati Uniti.







Sono previsti 50.000 milioni di dollari a carico della suddetta Compagnia di Hong Kong, sembra che il governo cinese non partecipi a questa impresa e un paese come il Nicaragua non avrebbe potuto concretizzare un'opera simile a questa, pare dunque che la repubblica cinese non ci guadagni nulla da quest'opera. 
Quindi perchè costruire un Canale di queste dimensioni in Nicaragua?
Queste di seguito alcune opinioni: 
-  "Sarà un acceso strategico molto vicino all'America del Nord che ora non esiste" dice la BBC Mundo Heinz Dieterich (México).
-  "Per la Cina sarà un obiettivo geopolitico nei confronti degli Stati Uniti e una risposta a quello che sta facendo  Washington per bloccare la collaborazione con il paese asiatico vicino" 
-  " E' come al gioco degli scacchi. dice la Cina: Voi tentate di costruire un muro di contenimento con i miei vicini, bene, noi facciamo lo stesso con Costa Rica, Messico e ora con il Nicaragua".

Il Canale attraverserà il Grande lago del Nicaragua per 2 Km e questo ha scatenato le furie degli ambientalisti. 
In migliaia hanno protestato contro questo progetto, in quanto considerato una megaopera  che dividerà il paese in due, dalla costa del Pacifico fino alla costa Caraibica
e, a detta di scienziati ed ambientalisti, avrà un terribile impatto nel sensibile ecosistema del Grande Lago, LA PIU' GRANDE RISERVA DI ACQUA DOLCE DEL CENTROAMERICA E LA PRINCIPALE MERAVIGLIA DEL NICARAGUA. 

http://ilcastdellanostravita.blogspot.it/2014/01/lago-cocibolca-con-sus-isletas.html
http://ilcastdellanostravita.blogspot.it/2012/06/ometepe-un-gioiello-in-nicaragua.html

Il poeta e scrittore Cardenal, simbolo della poesia contemporanea del Nicaragua, dall'alto dei suoi 90 anni d'età non si stanca di difendere pubblicamente il lago davanti a questa minaccia definendola "un'opera gigantesca di ingegneria finanziata con i fondi cinesi ma anche un progetto che segna la fine della città di Granada, delle sue isole, con Solentiname". 

Foto da immagini Web

Il governo afferma che il Canale potrà aumentare il prodotto interno lordo fino al 15 per cento affermando che sarà anche una speranza per i poveri del paese
E' sicuramente un opera strategica che unirà ed accorcerà i tragitti commerciali  tra gli oceani sicuramente in competitività con il Canale di Panama e dall'altro punto di vista sembra una maniera per dare una mano allo sviluppo di questo paese che vuole combattere la povertà a tutti i costi. 
Sarà questa impresa cinese a traghettare il Nicaragua fuori dalla sua cupa realtà? Staremo a vedere, Aspettiamo! 
Ma la domanda che mi pongo io da NON ADDETTA AI LAVORI che credo sia anche quella che naturalmente sollevano gli ambientalisti è questa: Essendo il Nicaragua un paese altamente SISMICO e composto di molti laghi e moltissimi VULCANI non si corre il rischio che, a causa di questi mastodontici lavori, la natura in futuro INTENSIFICHI LA SUA FURIA?


carlafamily

Commenti

  1. Cara Carla^, molto interessante questo articolo,la Cina si sta espandendo in un modo preoccupante, non so casa ne pensino gli altri stati che dovrebbero interessarsi di questo fenomeno.
    Ciao e buona giornata cara amica, con la speranza che splenda il solo come qui da me.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che gli altri stati latitano lasciando fare, staremo a vedere il futuro.
      Ciao Tomaso

      Elimina
  2. Sembra che ci siano di mezzo anche i Russi credo di aver letto da qualche parte... Sicuramente geo-politicamente è una mossa a sfavore degli americani e contro ogni tutela ambientale che come accade ormai da alcuni anni per ogni grande opera messa in cantiere in una delle aree povere del mondo alla fine li renderà ancor più poveri...
    Felice giornata !
    Ciao
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A nessuno importa della tutela ambientale e tanto meno dei poveri
      Ciao Paolo

      Elimina
  3. Concordo con i tuoi dubbi, Carla. Continuiamo imperterriti ad "infastidire" la Natura che sta ormai lentamente distruggendoci con la sua furia e la sua rabbia. L'unica consolazione è che nessun cinese potrà mai tenerle testa. Ma neanche noi che vorremmo difenderla.

    RispondiElimina
  4. io sarei assolutamente contraria, come dice il poeta, e non solo per l' impatto ambientale locale, ma mondiale, influirebbe perfino sul clima...e poi ritengo che la povertà del Nicaragua, ma di tutti i paesi poveri, non passa mai da infrastrutture
    dettate da motivi commerciali, quanto da creare un sistema mondiale di ridistribuzione delle ricchezze.
    ciao Carla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non sono tanto sicura che questa grande opera porterà benefici tra la popolazione.
      Intanto ora c'è un gran movimento per tutto il nicaragua da lasciar frastornati

      Elimina
  5. Mah...non vorrei essere pessimista ma credo che si ripeterà lo stesso triste copione di altre grandi opere e cioè che i poracci rimarranno sempre poracci pagando a volte anche tragicamente in caso di disastri mentre i già ricchi si godranno i frutti di questo sfruttamento ambientale per poi lavarsene le mani se le cose dovessero andare male -__-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se succederà qualche disastro i ricci non saranno di certo in Nicaragua.
      I poveri, loro, dove andranno?

      Elimina
  6. Tutto il mondo è paese, perbacco... questo canale genera preoccupazioni come la nostra TAV che forse non ci sarà ma ha "mangiato" tanto denaro che avrebbe dovuto essere speso meglio.
    Occorre resistere!
    In bocca al lupo agli ecuadoregni.
    Ciao!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.


Post popolari in questo blog

L'ho visto, l'ho rivisto e mi ha fatta stare bene 



Dal canale di William Wei

Tiziano Terzani

Una vera donna (SnoopyMania)

Pensiero di fine settimana