Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2012

El Gallo Pinto, Dilcia mi spiega una ricetta Nica

In Nicaragua ci sono molti piatti tipici, ogni regione ne ha di svariati, bevande e dolci che con il passare del tempo si sono sparsi in tutto il paese. La particolarità dei piatti Nicaraguensi è che sono tutti di carattere nazionale.
Così mi ha spiegato la mia carissima amica Dilcia che mi ha parlato del piatto che i nicaraguensi hanno sulle loro tavole tutti i giorni a colazione, pranzo e cena. Volendo essere precisa (lo spero) mi sono presa degli appunti e Dilcia è stata felicissima di aiutarmi camminando camminando, parlando parlando e cucinando cucinando.
Ecco "El Gallo Pinto" (per gli italiani che leggono si pronuncia "Gaio pinto") così come me lo ha spiegato Dilcia. Questo piatto che è davvero un simbolo nazionale è l'alimento

cerc...................

Cos'è l'amicizia?

Cos'è l'amicizia? Una grande responsabilità. Voler essere una buona amica e nel contempo aspettarsi buoni amici. Se un'amicizia è vera c'è un obbligo morale che solidifica sempre più il rapporto. Cerco lealtà, affidabilità ma prima di tutto devo esserlo io. Leale ed Affidabile. Non so se ci riesco ogni volta, so però che ci ho sempre provato con molta onestà. Forse c'è chi si aspetta da me una lealtà perfetta, o  una lealtà che va contro sani principi come ad esempio dare ragione a tutti i costi, questa però non sarebbe vera amicizia! La leltà è legata  in tutti i modi alla verità anche se molte volte non è quella che vorremmo ascoltare. L'amicizia reciproca spinge all'azione e mi aiuta a superare tutte le paure, così mi insegna a sorridere al mondo. Nei miei momenti davvero difficili i migliori amici mi sono stati vicino, non mi assecondavano, se ne stavano semplicemente ad ascoltare ed era nei loro occhi che potevo leggere la mia stessa tristezza, non mi sono…

Adesso devo proprio andare....

E' arrivato il momento di partire, ieri sera c'è stata la serata dei saluti, serate che non dovrebbero mai esserci. C'erano tutti, proprio tutti! Vorrei chiamarli i "miei" giovani, ma non sono miei, loro sono padroni di se stessi. Laddove si fermasse questa libertà per loro non ci sarebbe via d'uscita. Questi giovani mi hanno insegnato moltissimo in questo lungo periodo di permanenza in Nicaragua e so che nel mio futuro il loro ricordo mi insegnerà ancora moltissimo. Sento già il desiderio ritornare qui perchè sembra che qui io sia sempre vissuta. Voglio dire "A presto dolcissimi ragazzi!" 
Sto lasciando il Nicaragua, e sto provando un senso di intensa tristezza, quasi dolore, scriverò ancora molto di loro  perchè sono loro che ho nel cuore. E scriverò ancora di questo Paese perchè mi ha dato tanto.
A presto! Ora devo propri andare ...

Ogni posto è una miniera

Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare. Darsi tempo, stare seduti in una casa da tè a osservare la gente che passa, mettersi in un angolo del mercato, andare a farsi i capelli e poi seguire il bandolo di una matassa che può cominciare con una parola, con un incontro, con l'amico di un amico di una persona che si è appena incontrata e il posto più scialbo, più insignificante della terra diventa uno specchio del mondo, una finestra sulla vita, un teatro d'umanità dinanzi al quale ci si potrebbe fermare senza più il bisogno di andare altrove. La miniera è esattamente là dove si è: basta scavare.
*Tiziano Terzani*

Lettera della Presidente Maria Gabriella Carnieri Moscatelli rivolta a Segretari e Presidenti di Partito Italiani

Lo so che tutti sono a godersi le loro beate e meritate ferie ma credo che questa notizia vada considerata.



Roma, 11 Luglio 2012
Gentilissimi Segretari e Presidenti dei Partiti Italiani,
sono Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, Presidente e Legale Rappresentante del “Telefono Rosa”, un'Associazione che da circa trent'anni opera in difesa delle donne vittime di violenza.
Abbiamo deciso di scrivere a tutti i Segretari e Presidenti dei partiti italiani.
Lo facciamo oggi, a seguito di altre due notizie mostruose: qualche giorno fa, l'omicidio di una donna incinta e ieri, a Cremona, un ennesimo assassinio di una madre, accoltellata. In entrambi i casi i maggiori indiziati sono il marito ed il convivente.
 Alla donna incinta è stato fracassato il cranio e poi l'omicida le ha dato fuoco.
Non è un caso isolato: dall'inizio dell'anno è una mattanza che non può più essere possibile in un Paese civile.
Chiediamo con determinazione e forza che facciate sentire la vostra …

Esfuerzos para erradicar el trabajo infantil



Los gobiernos de Centroamérica se comprometieron este miércoles en Panamá a redoblar esfuerzos para erradicar el trabajo infantil para el año 2020, que afecta a dos millones de niños en la región.
 Al concluir dos días de reunión, ministros de Trabajo y altos funcionarios firmaron una declaración que establece el reforzamiento de medidas para "erradicar las peores formas de trabajo infantil" mientras se llega a la meta del 2020.
"La erradicación del trabajo infantil requiere una acción conjunta y coordinada de todos los sectores y agentes sociales", subrayó la declaración suscrita por representantes de Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panamá y Belice, además de República Dominicana.
El ministro de Trabajo de El Salvador, Humberto Centeno, destacó que lo "más complicado" es el trabajo que realizan los niños en el sector informal de la economía. En la región, los casos más dramáticos de trabajo infantil están relacionados con la pros…

Ernesto

In questo momento c'è una pioggia che ha dell'inverosimile e il caldo non si può più sopportare . Si dice sia causa dell'uragano Ernesto che in queste ore è tra l'Honduras e il Nicaragua, provocando un calore che supera i 45 gradi. Questa cascata di pioggia che sta cadendo è molto invitante, vorrei fare come fanno i bimbi che saltellano tra le pozzanghere di acqua. Le loro risate sono contagiose e viene davvero voglia di buttarcisi sotto. Alcune località però non hanno nulla da ridere, oltre all'incredibile caldo ci sono seri rischi. Il nordest del Nicaragua, il resto del Centro America e il Messico sono in allerta.

*************************************************
Honduras y Nicaragua emiten alerta de huracán por Ernestohttp://www.laprensaenlinea.com/noticias/noticias-historias/20120806-managua-huracan-ernesto-provoca-evacuaciones-en-nicaragua-alerta-en-honduras.ece

L'alfabeto delle cellule

Scoprire come parlano tra loro le cellule per “mettere il cancro all'angolo”. Una ricerca targata Airc getta luce su di un mistero lungo trent'anni: la squadra del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Universita’ di Padova coordinata da Stefano Piccolo e Sirio Dupont ha scritto una nuova pagina del vocabolario cellulare. Fino a “ieri” i biologi erano convinti che le cellule comunicassero solo tramite segnali chimici, ma in realtà il loro “alfabeto” è costituito anche da segnali di tipo fisico, quali la durezza del proprio “ambiente”, e meccanico, quali la pressione, lo stiramento subito dalle cellule.
Per saperne di più cliccate QUIUn articolo di Fabiana Pesci











Belkis e i Primi Abitanti - Terza Parte

Belkis continua il suo racconto e con questa terza parte lo termina. Buona lettura  a tutti!
Belkis - Prima Parte Belkis - Seconda Parte *********************


L'elemento naturale ed evidente che esisteva in Nicaragua e che attirò questi gruppi  di abitanti fu la presenza di varie fonti di acqua dolce che avrebbero garantito il sostentamento. Due grandi laghi, una quantità di lagune e un'infinità di fiumi facevano parte di questo paesaggio, così gli indigeni fecero di questa terra la loro dimora di vita.




In questo territorio vi erano numerose specie di animali che facilitavano l'approvvigionamento di cibo.
Nella Regione del Pacifico i gruppi del nord provenienti dal Messico , i Dirianes, i Nagrandanos e i Niquiranos, che già erano agricoltori, trovarono in queste terre l'elemento chiave per lo sviluppo di questa attività. I vulcani attivi producevano il necessario per l'arricchimento del suolo e quindi i raccolti erano abbondanti.
Inoltre è rilevante che gli indios di or…

Che cos'è la semplicità?

Ho aperto questo blog nel mese di marzo e non nascondo che ero un tantino scettica, oggi dopo sei mesi mi ritrovo a volergli quasi bene. Credo davvero di provare un certo sentimento poichè tutti i giorni  ci vengo a curiosare e mi sento sempre più spinta a voler scrivere qualcosa di ciò che vedo e sento e di voler leggere giorno per giorno cosa scrivono le "mie" followers. A volte trovo argomenti molto impegnati, altre volte argomenti leggiadri e sereni, altre volte denunce e altre volte .... premi. Dopo sei mesi (e qui mi ripeto) sono ancora nella fase di scoperta del blog. Cos'è effettivamente un blog se non uno scambio di opinioni. Devo ancora capire chi fa parte della cerchia che davvero ama leggere ciò che scrivo. So perfettamente quali sono gli argomenti che amo leggere io e che mi aiutano a  trascorrere gradevolmente  il mio tempo talmente mi ci perdo dentro. Le preferenze vanno e vengono, quindi credo che anch'io vado e vengo tra le preferenze delle altre blogg…

Seminare

Seminare dei ricordi. Nel mio ruolo di padre non ho fatto altro. Ai figli non ho mai pensato di poter insegnare granché, ma fin dall'inizio della loro presenza in casa ho sentito che, attraverso alcune esperienze indimenticabili, potevo mettere nella loro memoria i semi di una grandezza con la cui misura vorrei che vivessero.
* Tiziano Terzani *